Genovatoday.it
21 maggio 2017

La storia di Gianni, da clochard a milionario

[download]

Gianni Di Rocco, un 47enne senza fissa dimora che viveva a Rapallo, ha ereditato un’ingente* somma di denaro da una zia di Teramo ed è subito partito alla volta della cittadina abruzzese per conoscere i dettagli di questo lascito*.

 Da clochard a milionario: non è la trama di un film di Natale, ma una bella storia a lieto fine che ha luogo tra Rapallo e Teramo. Il protagonista si chiama Gianni Di Rocco, un 47enne senza fissa dimora che a sorpresa ha ereditato una ingente somma di denaro. «Per il momento sono ancora un clochard – scherza Di Rocco sulle pagine de La Stampa – per molti anni ho avuto soltanto uno zaino e tutto ciò che c’era al suo interno».

L’uomo, che fino a ieri aveva come residenza da senzatetto in piazza delle Nazioni, nel cuore di Rapallo, ha voluto salutare il sindaco Carlo Bagnasco e parte dell’amministrazione comunale, prima di salire sul treno per Teramo che lo porterà verso una nuova vita, sicuramente più ricca, anzi ricchissima.

Come lui stesso afferma sulle pagine del quotidiano piemontese, la somma che riceverà non è ancora chiara: «Soltanto quando arriverà a Teramo e verrà aperto il testamento saprò a quanto ammonta* l’eredità. Mia cugina ha detto che riceverò appartamenti, terreni e denaro, ma non sono l’unico beneficiario*». A lasciare questa vera e propria fortuna a Gianni Di Rocco è stata una lontana zia, che con il suo pensiero permetterà a quest’uomo di passare da una vita da vagabondo a una vita da milionario.

Gianni Di Rocco, laureato in Sociologia a Urbino, intraprese il suo lungo viaggio tra Italia e centro Europa, prima di sperperare* tutti i suoi averi a causa del gioco d’azzardo: «Mi sono bruciato fino all’ultimo spicciolo, giocando al casinò». A Milano, trova un porto sicuro nella Exodus* di don Mazzi. «Vizio del gioco a parte, non ho avuto altri problemi. Non sono mai andato in galera, credo nella legalità», ha ammesso lui stesso. Ma adesso, dopo anni da clochard, la sua vita ha preso una svolta fortunata e inaspettata, che Gianni vuole sfruttare per aiutare il prossimo: «Con questi soldi voglio aiutare chi ha più bisogno».

 

VOCABOLARIO:
ingente: grande, cospiqua
lascito: eredità
ammontare: raggiungere una certa cifra
beneficiario: persona che riceve qualcosa
sperperare: spendere molti soldi senza misura o criterio
Exodus: è una rete di comunità fondate da Don Antonio Mazzi all’inizio degli anni ottanta con lo scopo di svolgere attività di recupero per tossicodipendenti.

DOMANDE:

  1. Qual è la storia di Gianni?
  2. Conosci qualcuno che come Gianni ha perso tutto a causa del gioco?
  3. Secondo te il gioco d’azzardo è una malattia? Spiega i tuoi motivi.
  4. Ti è mai capitato (oppure conosci qualcuno a cui è capitato) di avere un grande colpo di fortuna che ha cambiato radicalmente la tua (o sua) vita?
  5. Se ricevessi (o vincessi) inaspettatamente una grande somma di denaro, cosa faresti come prima cosa?
  6. Faresti anche tu della beneficienza? A chi? E perché?

VIDEO:

Ecco un’intervista a Gianni!